Bere “troppo”

Considerazioni sulle posizioni personali sul bere.

 

Sono un bevitore a rischio? Bevo “troppo”?

Le posizioni personali nei confronti dell’alcol sono molto diverse.

Gli astemi: Sono coloro i quali non hanno mai voluto o potuto bere alcolici. L’assunzione di bevande alcoliche in molti di loro determina tra l’altro reazioni fisiche sgradevoli come rossori al volto, capogiri, nausea.

Gli astinenti: Sono tutte quelle persone che in passato hanno bevuto bevande alcoliche e che oggi per motivi diversi hanno invece deciso di astenersi dal bere qualsiasi bevanda alcolica.

I bevitori moderati: Non esiste un identikit del bevitore moderato, né dei cosiddetti bevitori problematici o degli alcolisti. La nostra cultura accetta il concetto di moderazione per l’alcol, ma lo rifiuta ad esempio per altre sostanze, come alcune droghe illegali. Non è possibile definire la moderazione, né in termini quantitativi, né in termini di assunzioni giornaliere. Fra i bevitori moderati vi sono persone che bevono un bicchiere a pasto, altri 2-3, altri ancora bevono soltanto in occasione delle feste particolari. Tutti si considerano moderati, anche se il loro consumo è diverso! La risposta individuale alla tossicità delle sostanze è tra l’altro estremamente diversa. I bevitori moderati, secondo studi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresentano circa il 60-70% della popolazione, e riguarda essi il maggior numero di problemi alcolcorrelati perché pur avendo questi un minor rischio personale rispetto ai bevitori problematici e agli alcolisti, rappresentano nell’insieme un numero ben superiore di persone (in Italia dai 30 ai 35 milioni). In ognuno di loro il consumo di alcol può essere causa o concausa di alcune situazioni negative, (incidenti stradali, sul lavoro, problemi familiari e sociali). In conclusione si può dire che i problemi correlati al bere particolare rischiano di aumentare o diminuire in modo proporzionale alla crescita o alla riduzione dei consumi individuali e dell’intera comunità. Ma soprattutto anche i bevitori moderati rischiano.

Gli Alcolisti: Secondo la cultura corrente, le persone con un forte legame con l’alcol e con numerosi problemi alcol correlati sembrerebbero appartenere a determinate categorie sociali, presentare personalità particolari o addirittura essere geneticamente predisposte. In realtà se il concetto di ereditarietà è più legato alla trasmissione ai figli di un determinato comportamento nei confronti dell’alcol (ereditarietà comportamentale, non genetica), le ricerche fatte sugli alcolisti, mostrano che non esistono persone che per le loro caratteristiche psicologiche sociali, genetiche o di altra natura sono destinate all’alcolismo. Chiunque per una serie non prevedibile di fattori può correre il rischio di presentare problemi alcolcorrelati.

La posizione dell’ACAT. 

Il metodo su cui si basa la nostra associazione (Metodo Hudolin) propone una posizione diversa nei confronti dell’alcol. Non si tratta misurarne o cercare di limitarne il consumo. Si tratta di scegliere fra bere e non bere. Fare uso di alcol e’ in ogni caso un comportamento a rischio. Pensiamo che sia importante che tutti si rendano conto di questo, e solo questo vuole essere il nostro messaggio. Poi ognuno e’ libero di scegliere.

 

Come scoprire un disagio legato al consumo dell’alcol

Molte e diverse sono le persone che possono accorgersi dell’esistenza di un disagio legato al consumo di alcol: non solo il medico, attraverso gli esami di laboratorio, i sintomi o le malattie, ma anche tanti altri: amici, familiari, parenti, altre figure professionali.

Uno strumento semplice, utilizzabile da tutti, è il test CAGE il cui nome è formato dalle iniziali delle domande del test:

C. Cut down, (diminuire) Avete pensato recentemente alla necessità ridurre il vostro bere?

A. Annoyed, (infastidito) Vi siete sentiti infastiditi dalle osservazioni che vi sono state fatte nel vostro ambiente di vita riguardo al bere e dai consigli di diminuire o di smettere di bere?

G. Guilty, (colpevole) Vi siete sentiti in colpa per quanto riguarda il vostro bere?

E. Eye opener, (risveglio del mattino) Avete bevuto bevande alcoliche di mattina presto per farvi coraggio e iniziare il lavoro quotidiano?

 

Se rispondi positivamente ad almeno due domande (o se hai meno di 30 anni e rispondi positivamente ad una sola) il tuo consumo di bevande alcoliche potrebbe provocarti dei problemi. Consigliamo pertanto di contattarci al piu’ presto.

I commenti sono chiusi